Lo sapevate che il cioccolato, o meglio la pianta del cacao, ha origine antichissime e si presume fosse presente già più di 6.000 anni fa ma la sua prima coltivazione avvenne per mano dei Maya solo intorno al 1000 a.C.? I Maya chiamavano il cioccolato “kakaw uhanal”, ovvero “cibo degli Dei” ed il suo utilizzo era consentito solo ai sovrani, ai nobili ed ai guerrieri… insomma non era per tutti!

Dopo i Maya anche gli Aztechi cominciarono a coltivare il cacao, ed a produrre il cioccolato, associandolo a Xochiquetzal, la loro dea della fertilità. Anche presso questa civiltà veniva consumato solo dall’elite, e durante le cerimonie importanti.

Nel 1502, finalmente, il cacao “sbarcò” timidamente per la prima volta in Europa grazie a Cristoforo Colombo che portò con sé alcuni semi di cacao da mostrare a Ferdinando e Isabella di Spagna dal suo ultimo viaggio in America (Honduras).

Ma solo nel 1519 se ne ebbe, con Hernán Cortéz, una presenza più diffusa in Europa. Si narra che il viaggiatore fù scambiato dalla popolazione azteca per il dio Quetzalcoatl che, secondo la leggenda, sarebbe dovuto tornare proprio in quell’anno. L’imperatore Montezuma, allora, gli manifestò tutta la sua benevolenza regalandogli un’intera piantagione di cacao, e Cortéz portò in Spagna alcuni semi per donarli a sua volta a Carlo V.

Nel Seicento, poi, il cacao arrivò anche in Italia, precisamente in Toscana, e cominciò ad essere prodotto nelle città di Firenze, Venezia e Torino.

Nel 1802 tale Bozzelli inventò una macchina per raffinare la pasta di cacao e miscelarla con zucchero e vaniglia, ma solo nel 1826, a Torino, cominciò la vera produzione di cioccolato per mano di Pierre Paul Caffarel, grazie ad un nuovo macchinario capace di produrre oltre 300 kg di cioccolato al giorno.

In seguito si passò all’estrazione del grasso dai semi di cacao e la trasformazione in cacao in polvere e burro di cacao con un metodo brevettato nel 1828 dall’olandese Conrad J. van Houten, a distanza di quarant’anni, nel 1867, cominciò a diffondersi anche il cioccolato al latte grazie a Henri Nestlé, e, qualche anno dopo, esattamente nel 1879, Rudolph Lindt “inventò” il primo cioccolato fondente.

Conclusa questa breve, ma doverosa, introduzione “storica” sulla comparsa del cioccolato adesso passiamo alla fase più golosa: le nostre ricette! Ma prima non possiamo non ricordarvi che mangiare cioccolato, con misura beninteso, rende felici perchè contiene due sostanze, la teobromina e la metilxantina, che stimolano i recettori della serotonina, l’ormone del benessere, rendendoci di buonumore.

  • Muffin al cioccolato

    Muffin al cioccolato

    I muffin al cioccolato, golose tortine soffici e profumate, perfette per colazione o merenda, anche per essere portate a scuola dai bambini. Facilissimi e velocissimi da preparare, e dalla sicura riuscita!

  • Coppette di cioccolato ripiene di crema alla nutella

    Coppette di cioccolato ripiene di crema alla nutella

    Sarà divertente preparare queste sfiziose coppette di cioccolato ripiene di crema alla nutella, soprattutto per i vostri bimbi, che, mentre voi farete sciogliere il cioccolato, vi aiuteranno a gonfiare i palloncini tra una risata e l'altra. Abbiamo simpaticamente inserito della pazienza q.b. tra gli ingredienti, perchè potreste averne bisogno quando dovrete separare i palloncini dal cioccolato!

  • Crostata al cioccolato

    Crostata al cioccolato

    La crostata al cioccolato, è un dolce al quale gli amanti del cioccolato non sapranno resistere: un gusto pieno ed intenso, ogni boccone vi inviterà a gustarne un altro ed un altro ancora. La croccantezza della pasta frolla unita alla cremosità della crema rende questa crostata una vera golosità. Perfetta per ogni occasione, dalla colazione alla merenda, o per un fine pasto.

  • Crema al cioccolato

    Crema al cioccolato

    La crema al cioccolato è una golosissima base, che può essere servita come dolce al cucchiaio, magari accompagnata da un ciuffo di panna montata, o utilizzata per farcire torte di pan di spagna o deliziose crostate. Quella che vi proponiamo noi è una crema dalla consistenza cremosa.

  • Girandole al doppio cioccolato

    Girandole al doppio cioccolato

    Le girandole al doppio cioccolato sono dei deliziosi e simpatici biscotti bicolore con pasta frolla bianca e al cacao, arricchiti da scaglie di cioccolato fondente e da scaglie di cioccolato bianco, perfetti per la colazione e la merenda dei piccini, ma anche dei grandi.